LE OSSESSIONI
Il termine ossessione indica un'idea, un pensiero, una parola, un ricordo, un sentimento, un impulso o un'immagine che si intromette nella mente di una persona rimanendovi a lungo senza poter essere allontanata.
Chi ha delle ossessioni le riconosce come idee proprie, come il prodotto della propria mente anche quando le considera lontamssime dal suo modo di pensare e di comportarsi. Chi ha delle idee ossessive le respinge e
tenta di resistere loro, ma non riesce a liberarsi di queste idee se non in parte o per brevi periodi.
Le ossessioni sono sempre accompagnate da un certo livello di stress che nasce dal fatto che spesso tali idee sono assurde e incomprensibili, a volte ripugnanti. La persona che le subisce è impegnata in una lotta vana e sfibrante per liberarsene e non riesce a pensare ad altro.
Le ossessioni non se ne vanno e la continua presenza di queste idee compromette la capacità di prestare attenzione, di concentrarsi, di pensare e, quindi, di lavorare e vivere serenamente.

OSSESSIONI DI CONTAMINAZIONE
Paura dello sporco e dei batteri. Paura di ammalarsi e di essere contaminati. Paura di contaminare gli altri. Paura o disgusto nei confronti di rifiuti.

OSSESSIONI DI SIMMETRIA E ORDINE
Dubbi ossessivi su come fare una cosa o dove passare per andare in un posto. Bisogno di ricordare continuamente una frase, poesia, canzone, parola o altro. Immagini, suoni, parole, musica che vengono in mente e non se ne vanno più via.

OSSESSIONI DI AGGRESSIVITA'
Paura di far del male ad altre persone. Paura di far del male a se stessi.
Paura di dire oscenità o insulti. Paura di aver causato qualche disgrazia.

OSSESSIONI SESSUALI E RELIGIOSE
Paura di impulsi sessuali proibiti, perversi o violenti. Paura di impulsi sessuali nei confronti di bambini.Paura di impulsi di tipo omosessuale.
Impulso al sacrilegio e a comportamenti blasfemi.
Eccessiva preoccupazione riguardo a problemi morali o religiosi.

torna all'INDICE